Seleziona una pagina

Come prenderti cura delle tue piante

In questa pagina trovi tutti i consigli su come avere cura delle piantine che hai acquistato e altre curiosità sulle loro origini.

Plant Care

Albero di giada

Preferisce la luce indiretta con esposizione in pieno sole.

Temperature calde tra i 12 e i 25 gradi.
Pensa ad un deserto.

Circa ogni 2-3 settimane, quando il terreno è asciutto e le foglie iniziano a raggrinzirsi.

Consigliata la concimazione ogni 2 settimane dalla primavera all’autunno, con concime liquido per piante verdi.

Biografia

Albero di giada

La Crassula ovata, meglio nota con il nome di albero di giada, è una succulenta originaria dell’Africa meridionale appartenente alla famiglia delle Crassulaceae.

L’albero di giada è una pianta estremamente diffusa e popolare. È infatti molto semplice da coltivare e nelle giuste condizioni dà una fioritura ricca e molto decorativa. Il fogliame è composto da foglie ovali, di un verde chiaro e molto carnose. Talvolta, il bordo di esse può avere una colorazione rossastra.

In Cina è ritenuta un simbolo di buona fortuna, comunemente chiamata anche albero dei soldi perché si crede possa portare prosperità, ricchezza e fortuna.

Plant Care

Haworthia

Preferisce la luce diretta in posizione semiombrosa, in quanto patisce i danni provocati dai raggi solari diretti.

Temperature costanti tra i 15 e i 22 gradi.
Pensa ad un deserto.

Circa ogni 2-3 settimane, quando il terreno è asciutto e le foglie iniziano a raggrinzirsi. Bisogna evitare i ristagni idrici.

Non necessaria la concimazione.

Biografia

Haworthia

Le Haworthia sono piante succulente originarie del Sudafrica appartenenti alla famiglia delle Xanthorrhoeaceae. Sono piccole piante con foglie carnose e dotate di un portamento a rosetta, facili da coltivare e perfette piante da appartamento a scopo ornamentale.

La fioritura avviene solitamente nel corso del periodo primaverile ed estivo con fiori grigi a righe bianche sfumate di verde. In ambiente domestico però, non è detto che si assista alla comparsa dei fiori o che siano particolarmente grandi. Anzi, qualora i piccoli fiori dovessero spuntare, è preferibile rimuoverli.

Hanno un aspetto molto simile all’Aloe e alle Gasterie, l’identificazione di queste specie a volte è difficile a causa dei numerosi ibridi presenti in natura.
L’origine del nome delle Haworthia è un omaggio al botanico Adrian Hardy Haworth, uno dei suoi primi studiosi.

Plant Care

Piante succulente

Preferisce la luce indiretta con esposizione in pieno sole.

Temperature calde tra i 13 e i 30 gradi.
Pensa ad un deserto.

Circa ogni 2-3 settimane, quando il terreno è asciutto e le foglie o il busto iniziano a raggrinzirsi.

Il nutrimento va fornito con regolarità e moderazione nel periodo primaverile/estivo: un eccesso di concime è più dannoso che la sua assenza.

Biografia

Piante succulente

Le piante succulente (impropriamente, piante grasse) vengono chiamate così per la loro capacità di immagazzinare grandi quantità di acqua. Sono vegetali che hanno modificato la propria struttura, a livello cellulare, permettendosi di sopravvivere in zone dove altre piante non potrebbero esistere, per questo richiedono una bassa manutenzione.

Particolare è il loro meccanismo fotosintetico, a differenza delle altre piante, le succulente aprono gli stomi durante la notte per permettere l’ingresso dell’anidride carbonica.
Le piante grasse assorbono anche sostanze inquinanti: anidride solforosa, biossido di azoto, formaldeide, diversi solventi e le polveri sottili (PM10). Il loro metabolismo le confina all’interno di cellule speciali, senza danni per la pianta. Grazie a questo fenomeno, abbattono sensibilmente la quantità di inquinanti presenti nell’aria che respiriamo.

Dubbi?

Scrivici un messaggio per avere maggiori informazioni, se hai domande sulle tue piante o semplicemente fare due chiacchiere sull’impatto che l’uomo ha sul nostro pianeta, saremo felici di risponderti al più presto!

4 + 12 =