Fundación Reforestemos è un’organizzazione senza scopo di lucro impegnata nel riconoscere e recuperare il valore ambientale degli ecosistemi del Cile. Promuove il cambiamento culturale in relazione alla cura dell’ambiente, al recupero delle foreste autoctone cilene e alla sensibilizzazione sull’importanza di foreste sane e forti. La loro missione è quella di riforestare ecosistemi degradati in Patagonia e aiutare il recupero di aree ad alto valore ambientale e allo stesso tempo sensibilizzare sull’importanza di questi luoghi. Ad oggi Fundación Reforestemos è l’unico progetto seguito da Piantando, ma ne arriveranno altri!

Il principale partner di questo progetto è CONAF (National Forestry Corporation). Per questo, CONAF insieme a Patagonia Sur seleziona le aree di rimboschimento nei parchi e nelle riserve nazionali. Allo stesso modo, decidono sulle specie native da piantare e sul tipo di protezione necessaria in base alle minacce naturali dell’area. Una volta prese queste decisioni, Patagonia Sur e il loro team, che hanno una grande esperienza forestale, portano avanti il ​​processo di piantagione. Le squadre forestali sono divise in squadre di placcatura più piccole formate da un ingegnere forestale e un tecnico, tre linee marcatori o “jaloneros”, nove fioriere e volontari addestrati.

Guarda il video

Report d’impatto aggiornato di Fundacion Reforestemos (Novembre 2018)

 

Fundacion Reforestemos ha avviato un progetto di rimboschimento in Patagonia con specie arboree autoctone e sviluppo sostenibile delle foreste, con il finanziamento del Fondo di Protezione Ambientale (FPA) del Ministero dell’Ambiente Cileno (n°7RE-004-2018, chiamato “Rimboschimento nativo e sviluppo forestale sostenibile”)

Durante il 2017, a causa di una intensa stagione di incendi boschivi, da gennaio a febbraio 2017, la Fondazione, ha iniziato un progetto rimboschimento con specie arboree autoctone per recuperare aree colpite dagli incendi boschivi. Il progetto è stato sviluppato nel Centro Sperimentale Dott. Justo Pastor Leon (Zona di Pantanillos), che si trova nel comune di Constitucion, nella regione del Maule. Durante la stagione invernale 2017 (luglio e agosto) sono stati piantati 23 ettari con specie arboree autoctone che si possono trovare presente in foreste naturali della zona, tra cui hualo (Nothofagus glauca), quillay (Saponaria Quillaja) sono contati, Peumo (Cryptocarya alba), litro (Lithraea caustica), Radal (Lomatia hirsuta), maqui (chilensis), bayberry (Luma apiculata).

Nella zona che Piantando sta sostenendo con Fundaciòn reforestemos, il clima è Caldo-Temperato, con temperatura massima nel mese di gennaio di 24,4ºC e minima a luglio di 6,3 ° C. La piovosità media annua è di 920mm e un periodo secco di durata media di circa 5 mesi.

 

 Geologia e geomorfologia

La struttura si trova tra le montagne della costa della regione del Maule, che rappresenta una unità geologica di roccia metamorfica. Il suo rilievo è un sistema montagnoso con altitudini intorno a 1.000 m.s.l.m., che è collegata da minori rilievi, generando impluvi insenature e valli. Questa variazione nel rilievo genera alta eterogeneità ambientale. Il settore 5 del Cile (dove il progettoha luogo in questo periodo storico) ha una topografia variegata, con settori di terra  e pendii che fluttuano tra 0 e  40% di pendenza.

Flora e Fauna

La varietà arborea di questa zona è dominata dalla presenza presenza di hualo, querce (Nothofagus obliqua), noccioli (Gevuina avellana ) ylingue mentre lo strato arbustivo dal color-color (malsana Gaultheria), mirto (Ugnimolinae) e corontillo (Escallonia polverulento).

 

In questa foresta, è evidente la minaccia a specie in via di estinzione, come ad esempio ruil (Nothofagusalessandri), Queule (gomortega) ypitao (Pitavia punctata). Prima dell’incendio del 2017, sarebbe stato possibile incontrare: Radal, color-color, mirto, salsapariglia (Ribes trilobum), maqui, linguale, oreganillo (Teucrium bicolore), corontillo, bayberry (Luma apiculata) e pini (Pinus radiata), tra gli altri.

La piantumazione in questa zona è stata stabilita nell’area Q (il rettangolo giallo nell’immagine). La piantagione copre un’area di 8 ettari. L’impianto è stato effettuato in file, con una variazione di densità in funzione della spaziatura delle piantagioni: 2,0 ettari piantati ad una densità di 2.500 alberi/ha (distanza tra gli alberi 2x2 m), 2,5 ettari di 1.250 alberi / ha (2x4 m), 2,5 ettari di 625 alberi/ha (4x4 m) e 1,0 ha di 333 alberi/ha (5 x 6 m).p>

Nelle attività di recupero delle foreste, dopo il primo periodo di crescita vegetativa, la sopravvivenza varia tra il 66,4 e l’86,3% del totale installato per ettaro. L’altezza delle piante può arrivare fino a 73 cm e la crescita delle piante può raggiungere più di 20 cm/stagione. Dall’altra parte, per la piantumazione delle Quillaja (gli alberi più piantati con il supporto di Piantando) la sopravvivenza è quasi del 100%, con una crescita in altezza e profondità di 27,6 cm in media.

  • Tasso di sopravvivenza medio di tutte le specie arboree 66.4% 66.4%
  • Tasso di sopravvivenza Quillaja Saponaria 86.3% 86.3%

Rispetto alla naturale rigenerazione delle foreste dopo disboscamenti e incendi, questo progetto presenta un’elevato incremento di produttività di specie legnose rigenerate per seme e in modo vegetativo (con trapianto e piantumazione). Le specie native che mostrano un’elevata capacità di rigenerazione sono per lo più di portamento arbustivo. La foresta nativa nella regione era già stata classificata in pericolo, a causa della generazione di Pini che, crescendo in maniera molto più rapida, stanno mettendo a rischio le varietà locali devastate dagli incendi (poiché più delicate). Attualmente, a causa dell’invasione di pini, i torrenti e le piccole macchie boschive sono in grave pericolo di continuità nella loro rigenerazione. Pertanto, la continuità del progetto di Fundacion reforestemos è essenziale per mantenere equilibrato l’habitat naturale della Regione e continuare progressivamente e rimboschire.

La risposta naturale degli alberi di Quillaji, sia in sopravvivenza che in crescita è molto positiva. Questo può essere un ottimo inizio per migliorare la diversità della regione permettendo di diversificare la matrice della foresta. Fundaciòn Reforestemos prosegue con le attività di piantumazione e attività di monitoraggio, per essere in grado di misurare i modelli di insediamento, crescita delle piante e il processo di rigenerazione naturale e assistita.

Grazie di far parte di questo progetto, con Piantando, per le foreste della Patagonia Cilena.

Prendi parte al cambiamento

Contribuisci a questo progetto acquistando una pianta su Piantando e donando automaticamente un albero a Fundación Reforestemos.