Seleziona una pagina

Ridurre, Riutilizzare, Riciclare

18 Nov 2019 | Comunità Locali

Diamo il via alla Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti: a che punto è l’Italia?

Con le notizie scoraggianti trasmesse ogni giorno al telegiornale, la situazione rifiuti in Italia sembra essere senza rimedio.

Ma c’è chi ancora si attiva, dal basso e dalle istituzioni, per raggiungere l’obiettivo del “rifiuti free”, ovvero a bassa produzione di rifiuto indifferenziato destinato a smaltimento…
E forse abbiamo buone notizie da darti.

Con il motto “cambia i tuoi modi, riduci gli sprechi” è iniziata ufficialmente la “SERR”

la settimana europea per la riduzione dei rifiuti.

Il tema di quest’anno è l’educazione e la comunicazione sul tema dei rifiuti: l’obiettivo della SERR 2019 è quindi quello di educare all’impatto che l’eccessivo consumo e la generazione di rifiuti possano avere sull’ambiente in modo tale da cambiare il proprio comportamento e le abitudini quotidiane e quindi ridurre la produzione di rifiuti.

La prima edizione della “SERR” ha visto la luce nel 2009: nasce all’interno del Programma LIFE+ della Commissione Europea con l’obiettivo di portare all’attenzione delle istituzioni, dei consumatori e delle aziende le strategie e le politiche di prevenzione dei rifiuti messe in atto dall’Unione Europea.

LE INIZIATIVE IN ITALIA
Forse non ci crederai, ma l’Italia rimane ancora al top in Europa per quanto riguarda la prevenzione dei rifiuti. Sono infatti 5.795 le azioni registrate nel nostro Paese (+715 rispetto al 2018), si tratta di quasi la metà di tutte le azioni registrate in Europa (12.882).

Le iniziative proposte dai cittadini nel 2019 sono addirittura cresciute del 51% rispetto al 2018, mentre la categoria Scuole è quella che ha registrato l’incremento maggiore nel numero di partecipanti.

Anche le aziende fanno la loro parte: I proponenti appartenenti alla categoria delle imprese, pur rappresentando solo un quinto del totale, contribuiscono però per l’82% delle azioni registrate.

Infatti, anche per l’edizione 2019, non sono mancate le iniziative organizzate dalle aziende: per fare un esempio, il Mercatino Franchising coinvolgerà tutti i propri punti vendita con iniziative concrete e misurabili per partecipare a un corso teorico-pratico, insieme ai figli, il “Laboratorio Ri-Usiamoli” all’interno dei negozi Mercatino.

Slow Food Italia con la “Festa dell’Orto in condotta 2019” coinvolge diverse scuole dall’11 novembre, giorno della festa di San Martino, data tradizionalmente dedicata alla messa a riposo dei campi.

Le scuole che partecipano al progetto Orto in Condotta sono parte di una grande rete: insieme contribuiscono ad affermare il diritto al piacere del cibo nelle scuole.

NEL FRATTEMPO, IN EUROPA
È vero che, nonostante dal 2008 gli scarti si siano ridotti del 10%, in Italia ogni anno si producono ancora 30 milioni tonnellate di immondizia e la raccolta differenziata è ancora ferma appena sopra il 55% (seppur con alcuni casi virtuosi come il Veneto dove tocca il 73,6% e il Trentino Alto Adige al 72%).

Nel resto dell’Europa la situazione non è migliore: in Danimarca ogni anno si producono oltre 600 chili di spazzatura a persona, seguita dai Paesi Bassi appena sopra i 500 chili pro capite. Sembra sorprendente, ma le città più virtuose sono ancora ancora quelle con il Pil più basso: la Romania, ad esempio, dove ogni abitante riempie annualmente il cassonetto con poco più di 200 chili di rifiuti, seguita dalla Polonia (circa 250 chili) e dall’Ungheria (poco meno di 300 chili).

QUINDI, CHE FARE?
Reduce, recycle, reuse!

E Piantando che fffà?
Ci siamo anche noi eh, sappiamo che è inutile predicare bene e razzolare male: con Piantando spediamo le piantine solo in imballaggi riciclabili provenienti da materiale riciclato o realizzato con materie prime derivanti da fonti correttamente gestite e certificate. Questi imballaggi potranno essere a loro volta riciclabili quindi ricordati di non buttarli nel cestino dei rifiuti indifferenziati!

E quando le tue piantine grasse saranno talmente rigogliose (sicuramente perché avrai seguito i nostri tutorial PlanTherapy) da necessitare un travaso, potrai riutilizzare vecchie tazze da tè per creare dei “micro-mondi in tazza”: guarda cosa abbiamo creato noi a Orticolario nella foto in alto!

Renditi parte attiva di questo movimento virtuoso del “Waste Free” e spargi la voce anche sui social utilizzando gli hashtag #EWWR2019 e #ReduceYourWaste!

Piantando è una startup che permette a persone come te di sostenere progetti di impatto ambientale e sociale in modo concreto, certificato e trasparente.
Come? Semplicemente acquistando una piantina da tenere a casa, in ufficio o da regalare ad una persona speciale.

Non è una semplice piantina, è il simbolo del tuo impegno.

In offerta!

Haworthia

39,90 29,90

Leggi anche:

Saturdays For Future

Saturdays For Future

Se sei troppo impegnato per i Fridays For Future, cambia il mondo nel weekend.È arrivato il momento di prendere esempio dai giovani, che hanno...

leggi tutto

* Registrandoti accetti l’utilizzo dei tuoi dati in conformità con la nostra privacy policy.